Quando arriverai alla scuola dell’infanzia

Il percorso sulla continuità è proseguito con l’intervento presso i nidi del territorio di Soliera, cioè “Roncaglia” e “Arcobaleno”, asili nido comunali, e “Grillo parlante” di Limidi, gestito dalla cooperativa Argento Vivo. La continuità tra i due ordini scolastici è stata curata dall’insegnante Anna Cerullo del plesso “Bixio”. Il  percorso si è sviluppato con il racconto animato di “Elmer l’elefante variopinto”, da parte della maestra Cristina Zetti, presso la struttura di Limidi. Il libro di Elmer funziona proprio come punto di giunzione fra le scuole dell’infanzia del territorio e i nidi, infatti verrà ripreso dalle insegnanti dei futuri tre anni al momento dell’accoglienza dei nuovi venuti. La docente Cristina aveva anche l’importante incarico di consegnare ai ‘grandi’del nido una lettera prodotta dai bambini di cinque anni in cui era contenuto un racconto sulla vita della scuola dell’infanzia e una rassicurazione: i bambini più grandi della nuova scuola avrebbero accolto con premura i più piccoli.

 

 

Annunci

Quando andrò alla scuola primaria

I bambini di cinque anni dovranno affrontare un passaggio importante il prossimo anno scolastico: l’ingresso alla scuola primaria. Sarà un momento di crescita, di scoperta di un mondo nuovo, con compagni in parte diversi, nuove maestre e nuovi spazi. I bambini saranno pronti, ma affrontare il passaggio con qualche sicurezza e curiosità in più e nello stesso tempo meno paure può aiutare. Con questo intento i bambini hanno affrontato il percorso di continuità con la scuola primaria, predisposto dall’ insegnante Anna Razzini, del plesso “L. A. Muratori” e condiviso con le docenti coinvolte. I bambini di cinque anni della scuola “N. Bixio” si sono recati in due momenti presso il plesso “G. Garibaldi” a modulo, in via Roma. Il percorso prevedeva un’attività di gioco sulla lunghezza delle parole, per riuscire ad affrontarlo i bambini della scuola dell’infanzia prima si sono esercitati  con ‘l’omino misura parole’, che, giocando con loro,  gli ha insegnato la divisione in sillabe, traguardo importante per riuscire a riconoscere la lunghezza dei vocaboli. Giunti al plesso “G. Garibaldi” i bambini di quinta elementare hanno accolto i più piccoli rassicurandoli sul fatto che nella nuova scuola avrebbero imparato tante cose nuove e si sarebbero divertiti, a tale  proposito hanno mostrato un video dei loro anni di frequenza scolastica. Insieme hanno, poi preparato le carte delle parole, cioè hanno disegnato e scritto insieme i nomi suggeriti dalle insegnanti di scuola primaria.

L’incontro successivo si è svolto con i bambini di prima elementare, insieme hanno giocato ad una sorta di quattro cantoni utilizzando le carte preparate precedentemente. Nella palestra della scuola erano stati predisposti quattro angoli a seconda della lunghezza delle parole (cortissime, corte, ecc.) e poi via al gioco cercando di collocare le carte con il nome nel posto giusto. Come si sperava i bimbi  si sono divertiti e forse, quando sarà il momento di entrare nel mondo della scuola primaria, ai bambini affiorerà questo ricordo rassicurandoli che in prima ci si può anche divertire imparando.

 

Le parole dei bambini

Mi sono divertito di più con i grandi perché ero con Nicolas e un altro bimbo che ci ha aiutato a fare le carte delle parole! Mi è piaciuto anche giocare in palestra! Anche la merenda fuori perché si poteva correre!

Mi è piaciuto molto andare dai bimbi grandi perché ci hanno spiegato com’erano “i sotto banchi”, c’eravamo io, l’Arianna e la Sidney con una bambina grande che si chiamava Martina. Nei “sotto banchi” ci vanno le cose che non servono per fare i compiti a casa , dei quaderni o dei libri che restano sempre a scuola!

Mi sono divertita molto con i piccoli in palestra e anche con i bimbi grandi perché siamo stati fuori a scrivere insieme, io avevo disegnato un uccello e un trattore!

 Mi sono divertita in palestra con i bambini di prima a giocare con l’OMINO MISURA PAROLE, mi piaceva la bimba che si chiamava Giulia come me! Poi mi è piaciuto il momento della merenda fuori! Mi è piaciuto anche quando la maestra di quinta ci ha fatto vedere “un VIDEO” di tutte le cose che hanno fatto i suoi bimbi alla Scuola Elementare …c’erano delle feste di Natale, delle gite ecc.

 Allora … siamo andati due volte alla scuola primaria, una volta con i bambini grandi della 5° (grandi quasi come mia sorella che è già alle medie) abbiamo costruito delle carte con delle parole e dei disegni. Oggi con i bambini della prima abbiamo giocato a mettere le parole nella scatola giusta, in palestra. Mi sono divertito di più con i bimbi grandi perché mi sono fatto un amico, mi è piaciuto anche fare la merenda in giardino.

C’erano 4 scatole, una era per le “PAROLE CORTISSIME”(1 sillaba), una per le “PAROLE CORTE” (2 sillabe), una per le “PAROLE LUNGHE” (3 sillabe), una per le “PAROLE LUNGHISSIME” (4 sillabe) …

Mi sono divertito con i grandi e con i piccoli, mi è piaciuto anche scrivere il mio nome alla lavagna!